detrazioni irpef impianti elettriici antifurti 2017

 Elettricista installatore impianti elettrici civili domotica antenne tv sat digitale terrestre antifurti in appartamenti ville negozi province Como Lecco Milano
di Zappa Idelfonso Umberto Luca
Ponte Lambro (COMO) Tel
0312280075

Forum
Mappa
Area riservata
Contatti

 

Profilo Attività - Impianti Servizi Note tecniche


Zeldenhouse su Linkedin zeldenhouse su instagram

Impianti civili
Domotica
Antifurti
Videosorveglianza
Antenne TV-SAT
Home Cinema
Diffusione sonora
Illuminotecnica
Cablaggi strutturati
Impianti aspirazione

Video di furto sventato da
Nebbiogeno Protect

 

Collaborazione con il cliente finale per la realizzazione dell' impianto elettrico

Nella realizzazione di impianti elettrici civili per appartamenti e ville, viene chiesto ai clienti "privati" che dovranno diventare proprietari degli impianti, di dedicarci un po' di tempo per un incontro preliminare a "tavolino" ancora prima della fase di preventivo, dove cerchiamo di dare tutti i consigli del caso e definiamo sulla carta le effettive esigenze abitative e le "aspettative" riguardo la scelta gli impianti da realizzare.

Analizzando una planimetria dei locali, in base ad un minimo di informazioni su come sarà l'arredamento degli ambienti, si presentano le varie soluzioni tecniche, economiche ed estetiche proposte dal mercato, concordando quelle più congeniali per il tipo di realizzazione e di esigenza, consigliando e decidendo insieme cosa utilizzare per avere delle indicazioni certe da cui sviluppare un preventivo mirato e personalizzato partendo da una progettazione accurata per poter così realizzare l'impianto elettrico "ideale".

Quando si confrontano dei preventivi per la realizzazione di impianti elettrici, crediamo sia bene precisare che non basta paragonare quotazioni a punto luce specialmente se non è chiaro il "contenuto" del punto luce stesso, se non sono uguali la quantità dei punti luce proposti, se non sono specificate le caratteristiche e le funzioni degli stessi o, ancora peggio, basarsi sul confronto del solo totale del preventivo.

Possono sembrare considerazioni ovvie, ma pensare di avere fatto "l'affare" scegliendo una valutazione "sbrigativa" ed all'apparenza più economica, può portare a spiacevoli inconvenienti. Fino a non molto tempo fa poteva capitare di scoprire ad impianto dichiarato "finito", di non aver illuminazione in casa in quanto i "punti luce" preventivati non comprendevano l' installazione di nessun portalampada volante con relativa lampadina, o di non poter accendere e spegnere la luce dalla testata del letto perché era stato previsto un solo interruttore vicino alla porta, o di non poter sezionare l' impianto in caso di un guasto restando al buio in ogni locale e senza nemmeno poter utilizzare le prese e questo perchè da capitolato, spesso si andava al ribasso fornendo il minimo del minimo sindacale...

...ma finalmente ora il discorso cambia: da settembre 2011 è entrata in vigore la nuova norma CEI 64-8 v3 che definisce non più solo i parametri di sicurezza di un impianto elettrico, ma anche la qualità dello stesso con le "dotazioni minime degli impianti elettrici civili".

Un' impianto elettrico deve corrispondere a delle precise caratteristiche di dotazioni minime a scelta del committente tra livello 1, 2 e 3 (concettualmente come le stelle per gli alberghi) e rientrare almeno nel "livello 1" previsto dal CEI per poter essere considerato a Norma e di conseguenza Certificabile dagli Installatori; si consiglia in qualsiasi caso di diffidare da chi non conosce tali Norme e da chi cerca di "aggirarle".

Gli impianti elettrici civili sono un bene "immobile" e sarebbero da scegliere tenendo in considerazione diversi fattori che vanno al di la del semplice utilizzo quotidiano e che li dovrebbero far diventare un "investimento" e non di certo un onere.

Se si pensa alle spese da affrontare in termini di costi, tempo, e pulizia in caso di ampliamento, riparazione, e manutenzione straordinaria magari dovendo rompere muri con la casa già arredata, viene in mente il famoso slogan: "prevenire è meglio che curare"...per fortuna ora, ci viene in aiuto anche la normativa...

Quindi, va da se che una corretta analisi delle esigenze ancora prima della progettazione, permette di decidere e valutare la realizzazione della predisposizione di tutti i servizi ritenuti necessari lasciando la possibilità di integrarli in un secondo momento senza ulteriori aggravi di costo.

Quanto fin qui descritto vale per le case in progettazione, in costruzione o dove si ha la possibilità di intervenire con opere murarie ma non è totalmente precluso in impianti con predisposizioni già esistenti; volendo adeguare o rifare l'impianto elettrico potrebbero esserci delle limitazioni in base alla predisposizioni inadeguate, spesso però superabili grazie ad integrazioni domotiche.

< indietro
Predisposizione
Impianti ai privati
Impianti alle imprese
Fasi esecuzione
Nuove serie civili
Riarmo contatore
Comandi via radio


Dotazioni minime
Siamo
Tecnici Specializzati

My home - bticino

Specializzati presso centro formazione professionale EUROSATELLITE


Zeldenhouse - elettro - domotica civile
P.IVA 03011790130 C.F. ZPPDFN73H30D416J
Ultimo aggiornamento:04-09-18

webmaster@zeldenhouse.it
Copyright © 2007-2018
Page copy protected against web site content infringement by Copyscape